Terex 2010

Finto sisma: i senza tetto sono saliti a 85.000

Scritto da Super User. Postato in Terex

SI scava tra le macerie. Grossi disagi per il freddo e la pioggia

Fortunatamente la scossa di terremoto da 6.4 di magnitudo Richter è soltanto simulata. In caso contrario nella vasta area che comprende quattro province intorno all'epicentro di Piazza al Serchio, in Garfagnana, si conterebbero 85.000 senza tetto, oltre 5.300 edifici crollati e più di 43.000 inagibili. Per tacere, come continuiamo a fare, dei morti e dei feriti. A questo livello è salito infatti il bilancio “materiale” della finta tragedia.

Finto sisma: sul posto con tende cucine e psicologi

Scritto da Super User. Postato in Terex

Il contributo della colonna mobile toscana all'esercitazione Terex 2010

Ne fanno parte 120 volontari, dotati di 85 tende 30 delle quali fornite di energia elettrica e riscaldamento, per circa 800 posti, 3 cucine e mense capaci di fornire 1.400 pasti l'ora, 5 torri faro, 4 gruppi elettrogeni e altri supporti. E' la “Colonna mobile”, la task force di pronto intervento della Regione Toscana, che sta fornendo un contributo importante alla riuscita di Terex 2010, la più grande esercitazione di Protezione civile in corso di svolgimento nelle province di Lucca, Massa Carrara, Pistoia e Pisa.

 

Finto sisma: Rossi elogia volontariato e scuole

Scritto da Super User. Postato in Terex

Per Terex evacuati 153 istituti e 64.500 studenti, oltre 1.000 i volontari impegnati

Sono oltre 1.000 i volontari toscani impegnati in Terex 2010, la più grande esercitazione internazionale di
Protezione civile post terremoto simulato in corso in quattro province della Toscana. E, mentre gli interventi di salvataggio di finte vittime si susseguono nelle otto aree di lavoro appositamente allestite, hanno fatto la prova di evacuazione dalle loro scuole ben 64.500 studenti toscani di 153 istituti in sette province.

Sansepolcro a Terex

Scritto da Super User. Postato in Terex

pc_arezzoIl Gruppo Comunale Protezione Civile Sansepolcro Altotevere parteciperà unitamente alla Consulta Provinciale di Arezzo all'esercitazione internazionale TEREX. L'impegno di Sansepolcro ed Arezzo (che saranno presenti con ben trenta volontari) sarà concentrato sull'evento riguardante il disastro ferroviario a seguito del forte sisma simulato. Ecco i dettagli.

 

Terex: partecipanti

Scritto da Super User. Postato in Terex

Nel novembre 2009 la Commissione Europea approva il progetto italiano che prevede l’organizzazione e lo svolgimento di una esercitazione internazionale. 
Obiettivi principali dell’esercitazione sono la verifica del modello italiano per l’accoglienza e l’impiego delle squadre estere di “Search and Rescue – S.a.R.” nonché l’attivazione e l’impiego delle risorse nazionali nell’ambito del Meccanismo Comunitario di protezione civile, istituito con la Decisione del Consiglio del 23/10/2001, per agevolare la cooperazione tra gli Stati Membri negli interventi di soccorso in caso di gravi emergenze.

Paesi partecipanti. Al progetto hanno aderito cinque Paesi di cui quattro europei: 
- Italia 
- Austria 
- Croazia 
- Francia 
- Slovenia 
- Federazione Russa 
Rappresentanti dei cinque Stati hanno lavorato, come "Core Group", alla preparazione dell’esercitazione e loro squadre di intervento ed esperti partecipano attivamente alle attività di addestramento sul territorio italiano. 

Gli osservatori. Sono presenti all’esercitazione, come osservatori, rappresentanti dei restanti Paesi dell’Unione Europea aderenti al Meccanismo Comunitario di Protezione Civile e anche un rappresentante per ciascuna regione italiana. Osservatori inoltre anche da organizzazioni nazionali e internazionali. 

Il Servizio Nazionale di Protezione Civile. Alla prima risposta operativa sul territorio si attiva il Servizio nazionale della Protezione Civile, con l’arrivo sul posto delle risorse provenienti da tutto il Paese e l’allestimento di un centro di coordinamento nazionale, la Direzione di Comando e Controllo.  
Nel dettaglio componenti e strutture operative presenti a Terex >>>

La Di.Coma.C. La Direzione di Comando e controllo è ubicata nella Cittadella del Carnevale di Viareggio, in posizione strategica rispetto al luogo delle operazioni. 
A poche ore dall’evento, considerata la complessità del quadro che si va delineando, l’Italia chiede, attraverso il Dipartimento della protezione civile, al contact point per il Monitoring and Information Centre (M.I.C.) della Commissione Europea, l’intervento degli Stati Membri con squadre di search and rescue in ambito urbano (U.S.A.R. teams) ed esperti per l’attività di valutazione del danno. Il Dipartimento della protezione civile, già responsabile della direzione di tutte le attività a carattere nazionale, assume dunque anche il coordinamento delle risorse internazionali, assicurando, attraverso la Di.Coma.C, l’accoglienza, lo smistamento e l’impiego di squadre ed esperti.

Le squadre europee. Le squadre europee operano in stretto raccordo con quelle italiane in aree di simulazione allestite nei comuni di Barga, Camporgiano e Sillano in Provincia di Lucca, Villafranca in Lunigiana, Carrara in Provincia di Massa Carrara, Pescia e Pistoia in Provincia di Pistoia. 
Il coordinamento dell’impiego delle squadre e degli esperti europei è garantito dall’Italia quale Paese richiedente, così come indicato dalla Decisione del Consiglio in caso di intervento in uno degli Stati Membri. 

Leggi: 

Il Meccanismo europeo di protezione civile

Feed not found.
Feed not found.

Built with HTML5 and CSS3 | Copyright © 2009-2017 Gruppo Comunale Sansepolcro Altotevere

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l’esperienza di navigazione e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Per ulteriori informazioni sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra privacy policy.

   
EU Cookie Directive Module Information