Terex 2010

Terex: Obiettivi

Scritto da Super User. Postato in Terex

Terex 2010 ha l’obiettivo di verificare l’efficacia del sistema di Protezione Civile a livello nazionale e internazionale. In particolare, l’esercitazione mira a sperimentare la capacità di risposta delle componenti e delle strutture operative del Servizio Nazionale, e la capacità dell’Europa di fronteggiare una grave calamità attraverso l’attivazione delMeccanismo europeo di protezione civile

Sotto il profilo internazionale, Terex mira a verificare il modello italiano di accoglienza e di impiego delle squadre estere di Search and Rescue – ricerca e salvataggio - e di testare la capacità del Sistema Italia di attivare e impiegare risorse nazionali nell’ambito del Meccanismo Comunitario. 

Gli obiettivi nazionali

Nella sua componente nazionale, l’esercitazione mira a verificare:

- l’attivazione coordinata dei modelli di intervento delle strutture  
partecipanti; 
- la tempistica e le modalità di attivazione dei centri operativi per la 
gestione dell’emergenza; 
- il sistema di comunicazione di emergenza; 
- la risposta operativa della catena di soccorso ed assistenza sanitaria; 
- il coordinamento con le Regioni; 
- l’operatività delle organizzazioni nazionali e locali di volontariato; 
- l’ubicazione, l’idoneità e la funzionalità delle aree di emergenza; 
- le modalità di intervento delle aziende che erogano servizi essenziali; 
- il modello per il rilievo del danno e la verifica dell’agibilità degli edifici; 
- il modello di impiego della componente aerea; 
- il modello di rilevamento danni e messa in sicurezza dei beni 
culturali; 
- la capacità di risposta della popolazione all’evento.

Gli obiettivi internazionali

Per quanto riguarda l’intervento internazionale l’esercitazione intende:

- offrire ai partecipanti la possibilità di apprendere il Meccanismo 
Comunitario anche con il coinvolgimento di esperti; 
- verificare l’invio e l’impiego dei moduli di protezione civile; 
- verificare il sistema di accoglienza, coordinamento e smistamento 
delle squadre di Search and Rescue e l’efficacia del sistema 
di comunicazione tra le squadre; 
- allestire l’area di ammassamento in maniera adeguata alle esigenze 
delle squadre 
- facilitare l’interoperabilità tra le squadre; 
- documentare le attività della protezione civile europea.

 

Terex: scenari

Scritto da Super User. Postato in Terex

L’esercitazione Terex 2010 simula un evento sismico di magnitudo 6.4 in Garfagnana e Lunigiana, precisamente nelle province di Lucca, Massa Carrara, Pisa, Pistoia. L'epicentro del terremoto è il Comune di Piazza al Serchio, in provincia di Lucca. Nella simulazione quest’ultima è la provincia più colpita perché area epicentrale e zona con costruzioni maggiormente propense al danno. Danni strutturali sono simulati in alcuni comuni della provincia di Massa Carrara. Lo scenario generale di danno ipotizza guasti alla telefonia mobile e fissa per la provincia di Lucca e parte della provincia di Massa. I numerosi centri storici della zona subirebbero una perdita notevole di beni culturali, edifici storici e altri beni architettonici. Il sistema viario subirebbe danni e interruzioni.

- Scenario d'intervento

- Modello d’intervento e coordinamento

- Il supporto delle squadre internazionali  

 

Gli scenari nelle singole province

Provincia di Lucca

Provincia di Pisa

Provincia di Massa

Provincia di Pistoia

Tuscany Earthquake Relief Excercise

Scritto da Super User. Postato in Terex

TEREX 2010

Dal 25 al 28 novembre l’Italia ospiterà una grande esercitazione internazionale di protezione civile: “Terex 2010", ovvero Tuscany Earthquake Relief EXercise. L’esercitazione, che avrà luogo in Toscana, tra la Garfagnana e la Lunigiana, prevede la simulazione di un terremoto di magnitudo 6.4, analogo a quello che si era verificato nella stessa zona il 7 settembre del 1920.

 

 

Terex 2010 
La Protezione Civile sei anche tu  

Cosa fare in caso di terremoto 

diffondi le regole >>>

TEREX 2010

Scritto da Super User. Postato in Terex

Terex 2010L'esercitazione Terex 2010 si svolgerà dal 25 al 28 novembre 2010 nel territorio toscano fra la Garfagnana e la Lunigiana; l'esercitazione internazionale simulerà un terremoto con conseguenti danni a livello idrogeologico. Nel novembre del 2009 la Commissione Europea ha approvato la proposta italiana di organizzare una esercitazione internazionale sui rischi naturali. Scopo dell'evento è rafforzare l'efficacia di risposta ai disastri, testando i modelli di intervento con la finalità di ridurre i tempi di spiegamento delle squadre di Search and Rescue (S.a.R.) europee, ed anche di accelerare il processo decisionale a livello, locale, centrale ed europeo. Parteciperanno al Core Group con esperti e moduli la Francia, la Slovenia, la Croazia, l'austria, e la Confederazione Russa, sarà presente un osservatore per ciascuno dei restanti 27 Stati membri. Lo scenario previsto è quello di un evento sismico di magnitudo 6.4 tra la Garfagnana e la Lunigiana, analogo a quello che si è verificato nella stessa zona il 7 settembre 1920. Le province interessate saranno Lucca, Massa Carrara, Pisa e Pistoia. Nel sito della Protezione civile nazionale è disponibile una sezione dedicata all'esercitazione Terex, con gli obiettivi, gli scenari, il modello di intervento e di coordinamento. E' anche presente l'inziativa ""Terex 2010 - la Protezione civile sei anche tu", per aderire idealmente all'esercitazione e far conoscere le regole di comportamento in caso di terremoto
Feed not found.
Feed not found.

Built with HTML5 and CSS3 | Copyright © 2009-2017 Gruppo Comunale Sansepolcro Altotevere

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l’esperienza di navigazione e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Per ulteriori informazioni sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra privacy policy.

   
EU Cookie Directive Module Information