Furto alla sede della Protezione Civile

Scritto da Super User. Postato in PrimaPagina

_DSC0667
La scorsa settimana il Gruppo Comunale di Protezione Civile è stato vittima di furto ed atti di vandalismo presso la sede operativa nei pressi dello svincolo della E-45 di Sansepolcro Sud. Obiettivo principale del furto è stato il furgone attrezzato ad officina. Dopo aver rotto il deflettore nel lato guida hanno aperto lo sportello e staccato i fili dell'avviamento per cercare di mettere in moto il veicolo. Non riuscendo ad accendere il motore hanno stroncato il piantone dello sterzo del veicolo gettandolo in mezzo al prato. Gli stessi fili con i quali avevano tentato l'accensione sono stati strappati rischiando di provocare un cortocircuito che innescasse un principio di incendio.
Non riuscendo a portare via l'intero furgone hanno poi forzato la serratura posteriore rubando tutto il materiale che vi era contenuto: un gruppo elettrogeno, una saldatrice, chiavi di ogni tipo ed altre attrezzature.
Dopo aver poi spaccato la porta principale della sede operativa i banditi si sono introdotti all'interno mettendo tutto a soqquadro. E' stata anche scardinata la cassaforte dal muro e poi aperta, anche se vi erano presenti solamente i duplicati di alcune chiavi. Il locale è stato completamente messo sottosopra, con fogli amministrativi strappati e sparsi ovunque. Anche i container sono stati assaliti spaccandone le porte.
Il danno complessivo ammonta ad oltre 10mila euro. Il fatto è stato denunciato ai Carabinieri di Sansepolcro che si sono recati presso la sede operativa del Gruppo per i rilievi di legge.
Il presidente Angiolo Vanni ha espresso il dispiacere ed il disdegno verso un atto che va a ripercuotersi verso un'associazione di volontariato che presta il suo servizio verso la popolazione. "La nostra attività prevede piccole risorse, ma che vengono investite durante il corso dell'anno in vari servizi istituzionali. Il furgone che è stato distrutto era stato utilizzanto anche durante la visita del Santo Padre per la saldatura dei tombini. Spero con tutto cuore - conclude Vanni -  che la popolazione biturgense ci aiuti devolvendo il 5x1000 dalla dichiarazione dei redditi ed aiutandoci a trovare le risorse per il nuovo acquisto del materiale rubato".
La scorsa settimana il Gruppo Comunale di Protezione Civile è stato vittima di furto ed atti di vandalismo presso la sede operativa nei pressi dello svincolo della E-45 di Sansepolcro Sud.
Obiettivo principale del furto è stato il furgone attrezzato ad officina. Dopo aver rotto il deflettore nel lato guida i ladri hanno aperto lo sportello e staccato i fili dell'avviamento per cercare di mettere in moto il veicolo. Non riuscendo ad accendere il motore hanno stroncato il piantone dello sterzo del veicolo gettandolo in mezzo al prato. Gli stessi fili con i quali avevano tentato l'accensione sono stati strappati rischiando di provocare un cortocircuito che innescasse un principio di incendio. Non riuscendo a portare via l'intero furgone hanno poi forzato la serratura posteriore rubando tutto il materiale che vi era contenuto: un gruppo elettrogeno, una saldatrice, chiavi di ogni tipo ed altre attrezzature.
Dopo aver poi spaccato la porta principale della sede operativa i banditi si sono introdotti all'interno mettendo tutto a soqquadro. E' stata anche scardinata la cassaforte dal muro e poi aperta, anche se vi erano presenti solamente i duplicati di alcune chiavi. Il locale è stato completamente messo sottosopra, con fogli amministrativi strappati e sparsi ovunque. Anche i container sono stati assaliti spaccandone le porte.Il danno complessivo ammonta ad oltre 10mila euro.
Il fatto è stato denunciato ai Carabinieri di Sansepolcro che si sono recati presso la sede operativa del Gruppo per i rilievi di legge.Il presidente Angiolo Vanni ha espresso il dispiacere ed il disdegno dell'intero gruppo per questo atto che va a ripercuotersi verso un'associazione di volontariato che presta il suo servizio alla popolazione. "La nostra attività prevede piccole risorse, ma che vengono investite durante il corso dell'anno in vari servizi istituzionali. Il furgone che è stato distrutto era stato utilizzanto anche durante la visita del Santo Padre per la saldatura dei tombini. Spero con tutto cuore - conclude Vanni -  che la popolazione biturgense ci aiuti devolvendo il 5x1000 dalla dichiarazione dei redditi ed aiutandoci a trovare le risorse per il nuovo acquisto del materiale rubato".
Feed not found.

Built with HTML5 and CSS3 | Copyright © 2009-2017 Gruppo Comunale Sansepolcro Altotevere

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l’esperienza di navigazione e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Per ulteriori informazioni sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra privacy policy.

   
EU Cookie Directive Module Information