Neve in italia

Scritto da Super User. Postato in PrimaPagina

pc_arezzoAll'indomani della terribile giornata di maltempo che ha spaccato in due l'Italia la situazione resta assai difficile (guarda i video). I disagi maggiori riguardano il tratto toscano dell'autostrada A1. Dove sono ancora decine gli automobilisti bloccati tra Firenze e Arezzo in seguito alle abbondanti nevicate che hanno paralizzato il centro Italia. A determinare ieri la paralisi sono stati tir e auto che, in assenza di gomme termiche o catene, sono scivolati sull'asfalto ghiacciato mettendosi di traverso e paralizzando il traffico. Tutti i mezzi spazzaneve e spargisale a disposizione stanno lavorando, soprattutto in direzione nord nel tratto tra Valdarno e Firenze Certosa, dove si registrano ancora disagi.


 

Sulla zona non nevica più ma il problema è ora rappresentato dal ghiaccio e dalle basse temperature. Secondo la sala operativa unificata permanente della regione saranno ancora necessarie dalle 2 alle 4 ore per sbloccare la situazione tra Valdarno e Incisa. Sul tratto interessato si stanno smontando i guardrail. Il traffico scorre infatti in direzione Sud e l'operazione di smontaggio viene fatta per tentare di convincere gli automobilisti diretti a nord a invertire il senso di marcia.

 

La protezione civile si difende dalle accuse

La protezione civile respinge le critiche circa una presunta sottovalutazione dell'allarme maltempo. disagi e le nevicate erano state ampiamente segnalate in maniera puntuale recisa e dettagliata dalla Protezione civile - replica il capo del dipartimento Franco Gabrielli - con una dettagliatissima circolare a tutti gli enti. Se fossero state seguire non ci saremmo trovati in questa situazione». C'è stato poi, aggiunge, «un sistematico disinteresse degli italiani che si sono messi in auto senza attrezzature adeguate». La priorità al momento, prosegue comunque Gabrielli, «è portare generi di conforto e carburante per liberare gli automobilisti bloccati, poi verrà il momento di fare la somma delle responsabilità». Gabrielli ha convocato il comitato operativo di Protezione civile. Che sta valutando gli interventi da attuare per liberare prima possibile gli automobilisti che da oltre dieci ore sono bloccati sull'A1. La situazione più critica, ha spiegato Gabrielli, è quella tra Incisa e Valdarno, una decina di chilometri dove ci sono centinaia di persone bloccate. «È difficile raggiungerle - sottolinea Gabrielli - e dunque dobbiamo lavorare tutti per andare a prendere anche l'ultimo automobilista. Poi parleremo delle responsabilità».

tratto da: www.ilsole24ore.com

 

Feed not found.

Built with HTML5 and CSS3 | Copyright © 2009-2017 Gruppo Comunale Sansepolcro Altotevere

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l’esperienza di navigazione e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Per ulteriori informazioni sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra privacy policy.

   
EU Cookie Directive Module Information