Palio della Balestra 2011

Scritto da Super User. Postato in Notizie

Palio della BalestraDomenica 11 settembre si disputerà il Palio della Balestra, antica competizione tra le città di Gubbio e Sansepolcro. Il Gruppo Comunale di Sansepolcro sarà presente durante tutta la giornata a supporto della manifestazione, la mattina per l'uscita dell'araldo con lettura del bando di gara, e nel pomeriggio dalle ore 15 per il servizio di sicurezza e vigilanza all'interno di Piazza Torre di Berta.

Sansepolcro è celebre in Italia e nel mondo per il Palio della Balestra e gli Sbandieratori. La balestra era, nel medioevo, arma da guerra e da caccia. Gradualmente soppiantata dalle armi da fuoco, rimase come arma da torneo in poche città. A Sansepolcro si conservò l'uso del tirare colla balestra e le famiglie più importanti continuarono nei secoli a disputarsi il primato. Oggi la tradizione è più che mai viva, sostenuta anche dall'esistenza della Società di Balestrieri, retta ancora secondo statuti medioevali. In maggio a Gubbio (PG) e nella seconda domenica di settembre a Sansepolcro, i balestrieri delle due città si incontrano, sfidandosi. La gara è preceduta e seguita da cortei nei costumi del rinascimento, dove l'abbigliamento dei partecipanti si rifà ai dipinti di Piero della Francesca.

Piazza Torre di Berta a Sansepolcro dove si svolge il Palio della Balestra

"Che si balestri il palio!" E' con queste parole che l'araldo dà inizio ogni anno alla gara più attesa a Sansepolcro, il Palio della Balestra che dal 1951 vede sfidarsi ogni anno la città biturgense, culla di Piero della Francesca, e la città umbra di Gubbio. A suon di colpi di balestra, i valenti uomini di una e dell'altra parte si alternano in Piazza Torre di Berta lanciando i dardi che affondano le loro punte nel bersaglio (il cosiddetto "tasso") con una precisione davvero strabiliante. Alla fine, quando il silenzio di chi attende il responso è sovrano, si saprà chi è stato davvero perfetto, chi è degno dell'ambito palio.
La tradizione di questa gara ritrova le proprie radici nel Medioevo, quando la balestra era un micidiale strumento di morte ma anche cosa utile per le esercitazioni dei militari popolari che piano piano si rendevano indispensabili per proteggere i nascenti Comuni.
La gara nella città biturgense deriva proprio da queste esercitazioni che divennero tornei ed era in origine aperta a balestrieri provenienti da un vasto territorio che andava fino all'Adriatico; dall'inizio del '600 diventano più stretti i rapporti con la città di Gubbio e il legame resiste ancora oggi: così, due volte l'anno, in onore di Sant'Ubaldo a Gubbio (nel mese di maggio) e di Sant'Egidio a Sansepolcro (mese di settembre) si dà vita ad una spettacolare rievocazione che mette in risalto le doti balistiche e la capacità di concentrazione estrema di uomini del XXI secolo che vestono i panni dei loro predecessori, e li vestono davvero.
Come ogni manifestazione storica che si rispetti, le vesti sono, infatti, ispirate al passato, nel nostro caso al Rinascimento e la città di Sansepolcro riprende le fogge e i colori dagli splendidi dipinti di Piero della Francesca. Inoltre, le geniali geometrie cariche di significati che l'artista proponeva nelle sue opere, diventano scenografia nel suggestivo spettacolo degli sbandieratori di Sansepolcro che, famosi in tutto il mondo per la loro abilità, offrono movimento e colore prima dell'inizio della gara, sempre nella piazza principale.
Il Palio di Sansepolcro mostra appieno la bellezza della cittadina perchè offre al visitatore i soliti bellissimi scorci, sì, ma arricchiti da dame e cavalieri, chiarine e tamburi accanto al religioso silenzio che precede ogni tiro, quindi concentrazione, colori, arte e festa... ecco tutti gli elementi di questa manifestazione che fa parte ed è apice del "Settembre Biturgense", un calendario di eventi culturali, culinari e manifestazioni storiche che vale davvero la pena di consultare per una visita alla città di Sansepolcro.

 

Feed not found.

Built with HTML5 and CSS3 | Copyright © 2009-2017 Gruppo Comunale Sansepolcro Altotevere

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l’esperienza di navigazione e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Per ulteriori informazioni sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra privacy policy.

   
EU Cookie Directive Module Information