Beatificazione: ottima riuscita del sistema regionale Lazio

Scritto da Super User. Postato in Notizie

Assitenza durante le giornatePiu' di quattromila persone assistite nei Posti medici avanzati allestiti dalla Regione Lazio, 400 volontari della Protezione Civile regionale impegnati a Roma durante la beatificazione, giovani accolti al campo allestito a Civitavecchia, mediatori culturali negli ospedali e nei presidi medici avanzati per affiancare il personale medico. Sono le misure messe in campo dalla Regione Lazio per la beatificazione di Giovanni Paolo II, che ha visto dalla mattina del 30 aprile fino al 2 maggio mobilitati uomini e mezzi della Protezione civile regionale e dell'Ares 118.  "Un ringraziamento speciale va proprio a loro - dichiara la presidente della Regione, Renata Polverini - per l'impegno con cui hanno affrontato due giorni difficili, con un afflusso imponente di pellegrini e la concomitanza del concerto del Primo Maggio. Tutto ha funzionato al meglio, nonostante la situazione oggettivamente complessa: nei 17 Posti medici avanzati allestiti nelle zone areali della beatificazione e all'ospedale campo a piazza Risorgimento, il personale dell'Ares 118 ha assistito 4.395 persone, di cui solo 190 hanno avuto necessita' di recarsi in ospedale. Tra le patologie prevalentemente riscontrate malori generici, stati febbrili, sbalzi di pressione dovuti al gran caldo che ci ha sorpreso nella giornata di ieri. Non sono stati registrati codici rossi". "L'elevato numero di presidi medici avanzati e la loro collocazione strategica - spiega Polverini - ha consentito di ridurre al minimo i trasferimenti verso le strutture ospedaliere: solo il 4% dei casi trattati e' stato indirizzato verso i nosocomi contro il 10% che si era registrato durante le celebrazioni per le esequie di Giovanni Paolo II. L'efficacia e l'efficienza di queste strutture sanitarie intermedie ha consentito di non sovraffollare i pronto soccorso e di produrre un risparmio per il servizio sanitario regionale di oltre 700.000 euro". Cento le squadre di barellieri, circa 400 unita', impegnate dal 30 aprile al 2 maggio, 90 ambulanze, un numero verde di consulenza, un mezzo di elisoccorso pronto ad intervenire in caso di necessita', una idroambulanza per eventuali emergenze in acqua, le altre misure attivate dalla Regione nella due giorni della beatificazione. A Civitavecchia la protezione civile regionale ha gestito l'accoglienza dei giovani per i quali erano disponibili 500 posti tenda, una mensa e un presidio sanitario. "La beatificazione di Karol Wojtyla - aggiunge Polverini che ieri ha partecipato alla messa solenne in piazza San Pietro - e' stata un momento di forte emozione per tutti, una giornata che lascia un segno indelebile nella vita di tutti noi: la folla di fedeli in piazza San Pietro, insieme a quanti hanno seguito l'evento dalla televisione, dalla radio, su Internet, e' stata la testimonianza del grande affetto verso Giovanni Paolo II, un uomo, un Pontefice che ha fatto un pezzo della storia del nostro Novecento. Porteremo con noi i suoi insegnamenti, il suo monito a non avere paura come sprone ad operare sempre con spirito di sacrificio e senso di responsabilita'". "La Regione Lazio - conclude Polverini - accanto al contributo significativo dato nell'ambito della gestione dell'accoglienza e dell'assistenza il primo maggio, ha omaggiato la figura di Papa Wojtyla con una mostra gratuita che si conclude, a Roma e negli altri capoluoghi di provincia, per ripercorrere con una rassegna fotografica il percorso pastorale di Giovanni Paolo II, al quale inoltre abbiamo voluto dedicare due nuovi itinerari religiosi nel Lazio, ispirati alla sua devozione mariana e raccolti in un vademecum, che illustra il pellegrinaggio mariano di Wojtyla attraverso al riscoperta dei luoghi di preghiera del Lazio a lui cari e nei quali si e' recato in visita".

Built with HTML5 and CSS3 | Copyright © 2009-2017 Gruppo Comunale Sansepolcro Altotevere

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l’esperienza di navigazione e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Per ulteriori informazioni sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra privacy policy.

   
EU Cookie Directive Module Information