Allerte di Protezione Civile: cosa significa “criticità rossa”?

Scritto da Super User. Postato in Archivio

Allerta Meteo 011 242x300Dal Dipartimento di Protezione Civile spesso vengono diffuse mappe di diverso colore indicanti il grado di rischio atteso su quel territorio.
La situazione meteo viene costantemente monitorata dalla Sala Situazione Italia del Dipartimento Nazionale della Protezione Civile che emana giornale i bollettini di vigilanza meteo. Questi, assumono colorazione diversa a seconda degli effetti di impatto previsti su ogni territorio regionale e vengono immediatamente smistati alle strutture regionali e comunali per una corretta informazione ed eventualmente gestione della macchina organizzativa generalmente 24-36 h prima.
I bollettini di allerta meteo hanno 5 colorazioni differenti sulla base dell’entità del fenomeno atteso:
Bianco (nessun fenomeno atteso);
Verde (vigilanza generica) possibili danni lievi a livello locale;
Giallo (ordinaria criticità) possibili fenomeni di erosione, frane superficiali e colate rapide, caduta massi, possibile innalzamento dei corsi d’acqua minori.
In caso di temporali in atto sono previsti di forte intensità, allagamento delle aree antropizzato più depresse, danni alle infrastrutture, possibili interruzioni della viabilità e danni alle colture agricole.
Arancione (moderata criticità) attivazione di fenomeni franosi,significativi ruscello menti,innalzamento dei corsi d’acqua, occlusione della luce dei ponti minori, tracimazione dei corsi d’acqua con allagamento delle aree deprederà, interruzione della viabilità, pericolo per la pubblica incolumità con possibilità di perdita di vite umane;
Rosso (elevata criticità) danni rilevanti a colture e beni,frane, inondazioni e allagamenti, rottura degli argini, danni consistenti alla viabilità è grave pericolo per la popolazione con perdita di vite umane.
Ad ogni codice sono associate delle azioni da svolgere (chi deve fare cosa) che “dovrebbero” essere elencate in ogni piano di protezione civile comunale.
Ciò a dire che già a priori ogni soggetto responsabile (sindaco, ufficio comunale, volontari di protezione civile, forze dell’ordine, squadre di manutenzione, servizi essenziali e soccorso sanitario) deve sapere cosa fare.
Grande responsabilità viene data ai sindaci, prima autorità locale di protezione civile e grandi conoscitori delle peculiarità del territorio, cui spetta il compito di attivare i primi soccorsi e la salvaguardia di persone e beni.
È fondamentale anche la corretta informazione e collaborazione di ogni cittadino con la giusta conoscenza dei rischi del proprio territorio e del piano di protezione civile comunale.
Piano obbligatorio che raccoglie tutte le informazioni utili e le azioni da svolgere per ogni tipo di rischio.

Built with HTML5 and CSS3 | Copyright © 2009-2017 Gruppo Comunale Sansepolcro Altotevere

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l’esperienza di navigazione e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Per ulteriori informazioni sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra privacy policy.

   
EU Cookie Directive Module Information