EMERGENZA NEVE 23-29 GENNAIO 2005

Scritto da Super User. Postato in Archivio

Il giorno 23 gennaio 2005, alle ore 16,30, visto il peggioramento delle condizioni atmosferiche e l’inizio delle nevicate a bassa quota, il Gruppo Comunale Protezione Civile Sansepolcro e Valtiberina Toscana allertava il proprio personale per eventuali chiamate. Si rendevano subito disponibili presso la centrale operativa quattro persone a disposizione per ogni tipo di intervento.

Alle ore 16,30 si riceveva chiamata d’intervento dal Comando Compagnia Carabinieri Sansepolcro per mobilitare un veicolo fuoristrada in località Pantaneto per assistenza agli autoveicoli rimasti bloccati causa neve. L’equipaggio rientrava alle 19,40 presso la centrale operativa.

Alle ore 21 su richiesta del Comune di Sansepolcro un altro equipaggio si recava nel centro urbano per lo spargimento di sale sul manto stradale. L’equipaggio rientrava dopo poco più di un’ora.

Durante la notte e l’intera giornata di lunedì 24  rimanevano disponibili 4 persone per eventuali interventi.

 

Lunedì 24, alle ore 23, si riceveva preallarme dalla Compagnia Carabinieri per la viabilità sulla E-45. Il Gruppo metteva a disposizione sei persone costantemente con i fuoristrada e le autovetture in dotazione. Durante la notte non si sono presentate richieste d’intervento.

 

Martedì 25 gennaio, alle ore 8, veniva richiesto dal Comune di Sansepolcro il nostro intervento per lo spargimento di sale nel centro urbano. Un fuoristrada con tre persone a bordo provvedeva a quanto richiesto. Altre otto persone erano a disposizione presso la centrale operativa.

Alle ore 9 la Compagnia Carabinieri richiedeva la nostra presenza allo svincolo di Valsavignone per dare il cambio al loro equipaggio per la chiusura della strada. Si recavano sul posto tre operatori con un veicolo fuoristrada. Il transito veniva riaperto alle ore 11,05 e l’equipaggio rientrava in sede alle ore 12.

Alle ore 13 veniva di nuovo richiesto il nostro intervento sulla E-45 a causa di altri mezzi rimasti bloccati. Una pattuglia composta da tre persone si recava presso l’area di servizio “Vecchio Mulino”. Alle ore 14,30 il transito ai veicoli veniva riaperto. Durante il pomeriggio e la notte le nostre pattuglie intervenivano varie volte per chiudere il transito nella E-45 ogni qual volta la strada risultava non transitabile.

 

Mercoledì 26 alle ore 7 veniva richiesto il nostro intervento per la chiusura della SS-258 Marecchiese a causa di strada bloccata. Il nostro personale ha provveduto alla chiusura fino alle ore 6 di giovedì 27 gennaio. Durante la giornata le varie squadre di turno sono ripetutamente intervenute sulla E-45, presso le uscite di Sansepolcro Sud, Sansepolcro Nord, e nell’area di servizio Vecchio Mulino, a supporto delle autorità locali. Presso la centrale operativa rimanevano a disposizione costantemente due equipaggi per ogni eventuale intervento.

 

Giovedì 27 mattina è stato richiesto dal Comune di Sansepolcro il controllo e lo spargimento di sale in alcune strade del comune. Nel primo pomeriggio le squadre rientravano tutte in sede poiché la viabilità era stata ripristinata in tutta la Valtiberina Toscana.

 

Venerdì 28 mattina altre due squadre si prestavano allo spargimento di sale in alcune strade di Sansepolcro come richiesto dal Comune. Per tutta la giornata e la notte il personale restava a disposizione presso la centrale operativa.

 

Sabato 29, su richiesta del Comune di Pieve Santo Stefano, veniva mobilitato l’autocarro attrezzato con vomero sgombraneve per la liberazione della sede stradale della località Valdazze. L’autocarro ed un’autovettura provvedevano all’effettuazione del servizio richiesto dalle ore 9 alle ore 13. Prima di giungere sul luogo gli equipaggi percorrevano la SS-258 fino al valico di Viamaggio e provvedevano al soccorso di autovetture ed autobus rimasti bloccati per l’inagibilità della careggiata in località Brancialino. Ad un terzo equipaggio, giunto sul posto in supporto degli altri due, veniva richiesto di accompagnare il medico di guardia a Badia Tedalda presso la postazione di servizio e, una volta sul posto, accompagnare fino a Sansepolcro il medico smontante dal servizio. I tre equipaggi rientravano alle ore 14, mentre un quarto equipaggio alle ore 11 provvedeva al filtraggio degli autoveicoli sulla Marecchiese allestendo un posto di blocco all’inizio della statale. Quest’ultimo finiva il servizio alle ore 19.

 

Domenica 30 gennaio, in seguito ad un miglioramento delle condizioni meteorologiche, terminava l’allertamento per l’emergenza neve.

 

Durante i sette giorni di allertamento sono stati impiegati 34 volontari per servizi, reperibilità diurna e notturna, con richiesta dei benefici di legge per quattro volontari; sono stati percorsi 1204 km con due fuoristrada, un autovettura ed un autocarro.

Feed not found.

Built with HTML5 and CSS3 | Copyright © 2009-2017 Gruppo Comunale Sansepolcro Altotevere

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l’esperienza di navigazione e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Per ulteriori informazioni sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra privacy policy.

   
EU Cookie Directive Module Information